Ferrari

Gran Premio d’Ungheria – Venerdì interlocutorio

Budapest, 2 agosto 2019 – Il venerdì di prove libere del Gran Premio di Ungheria per Sebastian Vettel e Charles Leclerc è stato interlocutorio, come del resto per tutti gli altri piloti del paddock. Sia nella prima sessione che, soprattutto, nei 90 minuti del pomeriggio la pioggia ha infatti condizionato le attività in pista.

FP1. In mattinata entrambi i piloti della Scuderia Ferrari avevano girato con gomme Soft per cercare il miglior set-up in configurazione da asciutto. Per Sebastian e Charles 54 giri complessivi: 25 per il tedesco, il migliore dei quali in 1’17”399 e valido per la terza posizione, 29 per il monegasco, il più rapido in 1’18”188, sesto posto assoluto.

FP2. Nel pomeriggio, dopo pochi minuti dall’inizio della sessione, sulla pista ungherese ha ripreso nuovamente a piovere e questo ha costretto tutti a rientrare in pitlane. Fino a quel momento Charles aveva ottenuto come miglior prestazione 1’18”852 e occupava la settima piazza, mentre Sebastian Vettel aveva fermato i cronometri a 1’19”254, 13° tempo. Nel corso della sessione le precipitazioni sono diventate via via più intense e così la squadra e i piloti hanno deciso di tornare sul tracciato con gomme intermedie per raccogliere dati utili e fare esperienza con questo tipo di coperture, finora impiegate assai poco nel corso della stagione. Nel complesso Sebastian nel corso della seconda sessione ha completato 24 tornate, tre in più di Charles.

Domani. Per il resto del weekend pare che la pioggia non debba più cadere e se così sarà la terza sessione di libere di domani alle 12 CET sarà di importanza fondamentale per preparare sia la qualifica, in programma alle 15, che la gara di domenica alle ore 15.10.

Sebastian Vettel #5
“Questa mattina nella prima sessione non è andata male. Sono sicuro che c’è la possibilità di migliorare parecchio perché non credo di essere riuscito ad estrarre tutto il potenziale dalla vettura nel mio giro più veloce. In effetti più che un tempo buono stavo cercando sensazioni buone, per cui sono ottimista che si possa crescere. Detto questo, per capire i reali valori in campo sarà necessario attendere domani, sappiamo che abbiamo parecchio lavoro da fare ancora.
Sul pomeriggio non c’è molto da dire, anche se pure da sessioni come la seconda di oggi c’è qualcosa da imparare: per esempio ho avuto la possibilità di percorrere altri giri con le gomme intermedie dopo quelli fatti a Hockenheim e questo è stato utile per me.
Per quanto riguarda gli aggiornamenti aerodinamici è difficile dare un giudizio complessivo, però credo di poter dire che si siano comportati come ci aspettavamo”.

Charles Leclerc #16
“Non è stata una giornata facile perché ci siamo dovuti confrontare con condizioni di pista mutevoli: la prima sessione è stata relativamente asciutta, mentre nella seconda abbiamo dovuto girare in configurazione da bagnato e con gomme intermedie.
Nel complesso ho faticato abbastanza nella ricerca del bilanciamento più corretto per le mie esigenze e credo che ci sia ancora molto da fare in vista delle qualifiche anche se sul bagnato credo di essere stato più competitivo. Stiamo a vedere in quali condizioni sarà la pista in occasione della qualifica.
Guardando agli aspetti positivi di giornata devo dire che le componenti che abbiamo provato oggi hanno tutte funzionato nella maniera in cui ci aspettavamo e quindi possiamo essere soddisfatti”.

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button