Ingegneria del veicolo Modena

Motor Valley, ecco i primi 25 laureati di Muner

Giovedì 24 ottobre 2019 al Museo Ferrari di Modena la proclamazione dei neo dottori della Motorvehicle University of Emilia-Romagna

Concluso il percorso accademico dei due anni di laurea magistrale, 10 studenti dell’indirizzo ‘Advanced Automotive Electronic Engineering’ e 15 ragazzi che hanno frequentato ‘Advanced Automotive Engineering’ sono i protagonisti della prima cerimonia di laurea di Muner, la Motorvehicle University of Emilia-Romagna, un progetto unico nel panorama italiano e straniero, finanziato dalla Regione con i Fondi europei Por Fesr 2014-2020.
Le discussioni delle tesi sono in programma giovedì 24 ottobre 2019 al Museo Enzo Ferrari di Modena. Oltre ai laureandi, ai loro ospiti, ai docenti e ai relatori, saranno presenti i referenti delle aziende consociate MUNER, cioè Automobili Lamborghini, Dallara, Ducati, Ferrari, Haas F1, Magneti Marelli, Maserati, Pagani e Toro Rosso.
Dopo la proclamazione dei laureati, sono previsti i saluti istituzionali del presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. Presenti anche l’assessore all’Università, Ricerca e Lavoro, Patrizio Bianchi, il presidente di MUNER, Andrea Pontremoli, il rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Angelo Oreste Andrisano, e il prorettore dell’Università di Bologna, Enrico Sangiorgi.
MUNER in sintesi

Giovani talenti italiani e di tutto il mondo con la passione per l’innovazione delle due e quattro ruote chiamati dai principali brand internazionali dell’Automotive a sviluppare il futuro del settore, attraverso due lauree magistrali in un hub per la formazione d’eccellenza. Questo è MUNER, Motorvehicle University of Emilia-Romagna. Un progetto, unico nel panorama italiano e straniero, fortemente voluto dalla Regione Emilia-Romagna, che dal 2017 ha sviluppato un raccordo sinergico tra università, enti di ricerca e industria e sostenuto finanziariamente l’Associazione Motorvehicle University of Emilia-Romagna. L’Associazione coinvolge gli atenei sinonimo di alta formazione – Università di Bologna, Università di Ferrara, Università di Modena e Reggio Emilia, Università di Parma – e le case motoristiche che rappresentano l’eccellenza del Made in Italy nel mondo e che affondano le radici storiche nel territorio: Automobili Lamborghini, Dallara, Ducati, Ferrari, Haas, Magneti Marelli, Maserati, Pagani e Toro Rosso.

Guarda lo spot video di Muner, tra i vincitori del concorso QUI le idee diventano realtà

Sono 278 gli studenti iscritti ai diversi percorsi e annualità di MUNER dalla sua creazione nel 2017.
L’obiettivo di MUNER è attrarre nella regione i migliori studenti universitari formando e inserendo nel mondo del lavoro gli ingegneri di domani, i professionisti che progetteranno veicoli stradali e da competizione, i sistemi di propulsione sostenibili e i sottosistemi per le funzionalità intelligenti e gli impianti di produzione all’insegna dell’Industria 4.0.
Se i primi 25 ragazzi laureati sono italiani,è in netto aumento il numero di studenti internazionali ammessi ai corsi di laurea, che vengono da tutto il mondo: Canada, India, Colombia, Turchia, Guatemala, Indonesia, Cina, e da Polonia, Spagna, Portogallo, Paesi Bassi, Romania, Ungheria, Croazia, Grecia, Germania e Belgio.
I percorsi di alta specializzazione di MUNER

MUNER è una delle dieci scuole ad alta specializzazione che la Regione ha deciso di finanziare. Forte dell’esperienza già maturata con i due corsi di laurea magistrale interateneo, MUNER ha reso disponibili le proprie competenze e la propria rete di relazioni a favore di una iniziativa di formazione altrettanto ambiziosa che è la Scuola internazionale di alta formazione MUNER in Automotive per una mobilità intelligente.
La Scuola si snoda su tre livelli. Il primo è “Italian Motor Valley Experience” e ha l’obiettivo di offrire un’esperienza universitaria di 10 giorni, nel cuore della Motor Valley italiana. Rivolta prevalentemente a studenti statunitensi della high school, l’iniziativa si apre anche a ragazzi italiani, europei ed internazionali con una buona conoscenza della lingua inglese.
Il secondo percorso è High School MUNER “Women in Transport” ed offre a giovani studentesse che abbiano conseguito una laurea triennale in Ingegneria Industriale provenienti dall’Italia o da Paesi europei due settimane full-immersion di approfondimento nel mondo automotive, con l’obiettivo di promuovere un avvicinamento al settore dei trasporti delle giovani donne, superando gli stereotipi di genere.
Il terzo, “Future of automotive for intelligent mobility” si rivolge a laureandi e laureati magistrali, anche iscritti a dottorati. Il percorso offre competenze tecniche e trasversali indispensabili nel definire l’evoluzione futura dei veicoli stradali, spaziando da approfondimenti tecnologici legati all’ingegneria industriale e alle tecnologie di comunicazione e informazione, fino alle conoscenze degli aspetti etici e legali e alle soft skills richieste nella concezione, sviluppo e fabbricazione dei veicoli stradali del prossimo futuro.

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close