Ferrari

Pier Guidi-Nielsen-Ledogar campioni nell’Endurance Cup del GT World Challenge Europe

Barcellona, 10 ottobre 2021 – Il settimo posto finale con cui Alessandro Pier Guidi, Nicklas Nielsen e Côme Ledogar hanno portato a termine la 3 Ore di Barcellona, atto conclusivo dell’Endurance Cup del GT World Challenge Europe, assicura al trio il titolo di campioni. Per il pilota italiano, vincitore in ‘solitaria’ nel 2020, è il secondo trionfo consecutivo nell’Endurance Cup, un’impresa mai accaduta in precedenza nella storia della serie. Gioia anche per Chris Froggatt che si aggiudica l’alloro nella classe Pro-Am con il quarto posto ottenuto in Spagna, mentre Sky Tempesta Racing si è imposto tra le squadre.

Pro. La vittoria alla 24 Ore di Spa-Francorchamps ha giocato un ruolo importante nella conquista del titolo per l’equipaggio della 488 GT3 Evo 2020 di Iron Lynx ma tutta la stagione ha visto la Ferrari numero 51 protagonista di prove molto convincenti. A Barcellona, invece, i neo campioni sono stati costretti a correre in difesa riuscendo a tagliare il traguardo in settima posizione dopo aver respinto gli attacchi delle altre vetture della classe. Importante, in tal senso, il supporto dei compagni di squadra della numero 71, Antonio Fuoco, Alessio Rovera e Callum Ilott, costretti tuttavia a finire la gara a pochi minuti dal termine a causa di una foratura.

Pro-Am. Titolo meritato anche per Chris Froggatt che arricchisce la propria bacheca con l’Endurance Cup ottenuta anche con il supporto di Jonathan Hui e Rino Mastronardi. Il pilota inglese, al volante della 488 GT3 Evo 2020 di Sky Tempesta Racing, ha amministrato in terra spagnola il grande vantaggio con cui si era presentato al via della 3 ore catalana. Quinto posto per la Ferrari di AF Corse di Machiels-Bertolini davanti alle ‘Iron Dames’ Pin-Gatting-Bovy e alla Ferrari di Bleekemolen-Lauch-Hook di Rinaldi Racing. Nona la vettura di Kessel Racing di Roda-Zollo-Kohmann.

Silver Cup. Quinto posto finale per l’equipaggio di Rinaldi Racing con Hites-Perel-Crestani autori di una gara solida ad un soffio dal podio che è stato sfiorato in più occasioni quest’anno.

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close