Menu dei MotoriUncategorized

Tra poche settimane il nuovo, attesissimo “Menu dei Motori”

Sta arrivando, un numero ancora più ricco e corposo del solito, ma sempre secondo tradizione.

ANTEPRIMA SU RUOTECLASSICHE DI GIUGNO (in edicola)

Finalmente ci siamo! Dopo mesi e mesi di incertezze, ma soprattutto di pensieri negativi, il momento è arrivato! E non mi riferisco solo alle riaperture e al graduale ritorno alla vita (speriamo per sempre), ma naturalmente anche del ritorno del vostro amato “Yearbook” che, quest’anno è uscito con almeno 6 mesi di ritardo. Ma si tratta di un ritardo voluto, in quanto non ci pareva giusto farlo uscire in un momento in cui l’attenzione di tutti era distratta da ben altro, ma soprattutto mancava totalmente lo “spirito”.
Così abbiamo preferito realizzare un numero, se non doppio, comunque con ancora più pagine e contenuti e farlo uscire in un momento dove, certamente Voi, i nostri appassionati lettori/collezionisti, lo potrete “gustare” appieno.
Non voglio soffermarmi oltre sul periodo buio che tutti abbiamo dovuto affrontare (nel 2020 e nei primi mesi del 2021), se non per ricordare brevemente che questo brutto momento ci ha purtroppo portato via anche tanti professionisti e amici del nostro mondo. Persone che hanno fatto la storia del nostro ambiente e che perciò hanno lasciato un vuoto incolmabile: dal fondatore della prima casa editrice italiana, realmente specializzata in automotive, il compianto Giorgio Nada, sino al figlio del primo costruttore, di fatto, modenese: Francesco Stanguellini. Senza dimenticare i tanti bravi artigiani ed imprenditori, come Umberto Zanasi, Mauro Schedoni, Giancarlo Guerra, Danilo Tavoni, Elis Garuti e William Gatti. Ma per questo potete leggere l’articolo dedicato: un doveroso ricordo per tutti noi, ma soprattutto per il sottoscritto, che li ha avuto il privilegio di conoscerli tutti e frequentarli più o meno assiduamente negli corso degli anni.
Ma in questo lunghissimi anno e mezzo (un periodo la cui percezione del tempo è stata ulteriormente dilatata dai vari lockdown), non abbiamo per fortuna dovuto assistere solo a fatti e situazioni negative, anzi: proprio la pandemia ha sottolineato la passione e la volontà di tutto il comparto del “Pianeta Modena”. Comparto che, non solo non si è mai – di fatto – del tutto fermato, ma in molti casi ha pure tratto le energie per affrontare le nuove sfide, con aumentata forza e volontà di migliorarsi ulteriormente, per cogliere così nuove opportunità. Ed è proprio questo uno dei motivi per cui quest’ultimo numero di MdM è ancora più ricco del solito: non solo i tradizionali articoli storici, ma soprattutto l’attualità.
In particolare evidenza la MASERATI, con l’operazione di rilancio di Modena (MMXX: “Time to be Audacious”) e nel dettaglio la sportivissima MC20: vi offriamo in anteprima interviste esclusive e alcuni “dietro le quinte”. Poi naturalmente la Ferrari, soprattutto con il clamoroso annuncio del ritorno alle gare Sport e GT, di cui la “24 Ore di Le Mans” è parte fondamentale.
Non dimenticando l’Alfa Romeo, che nel 2020 festeggiava il suo 110 Anniversario, per continuare con le ultime novità della Pagani Automobili e naturalmente della Lamborghini. Poi ancora le ultimissime iniziative sulla mobilità sostenibile del futuro, da parte del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Tra gli articoli storici, oltre al Centenario della nascita di SERGIO SCAGLIETTI, anche il 30° Anniversario della LAMBORGHINI DIABLO. Senza scordarci ovviamente delle ultime novità nel campo dell’artigianato e del restauro, oltre a qualche inedita ed assolutamente inaspettata “sorpresa” tra le nuove iniziative imprenditoriali sul territorio, come ad esempio l’ESTREMA FULMINEA!

Anteprima sul numero di giugno di RUOTECLASSICHE (in edicola)
Anteprima sul numero di giugno di RUOTECLASSICHE (in edicola)
Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close